I partner 2016

La RE BOAT RACE, la regata di imbarcazioni costruite con materiale di recupero e riuso in un’ottica di riciclo - lo ricordiamo - si svolgerà al Parco Centrale del Lago dell’EUR di ROMA Domenica 18 Settembre 2016.

L’allegria e la creatività sono state la base del successo di questo progetto: tuttavia, la prima e unica regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiale riciclato, vive esclusivamente del sostegno dei privati e della collaborazione di tanti volontari e continua a esistere solo per un motivo: le tante richieste che arrivano dalla gente comune - genitori, sportivi, ecologisti - danno la forza agli organizzatori di ripetere con grande passione l’iniziativa, nonostante le tante difficoltà.   

E per questo dobbiamo dire GRAZIE a tante Imprese che ci sostengono.

Un Grazie - doveroso - a EUR SpA che ci ospita, supporta e sopporta, da ormai cinque consecutivi anni, nello splendido specchio d’acqua del Parco Centrale del Lago dell’EUR di ROMA.

Un grandissimo GRAZIE a EUROMA 2 che ha titolato - anche questa stagione - il Premio “velocità” della regata riciclata - Trofeo EUROMA 2.

Tuttavia questa stagione sono al fianco della RE BOAT ROMA RACE i Consorzi Nazionali di Filiera per il recupero dei materiali e in particolare con

AMA S.P.A.
AMA S.p.A. è il più grande operatore in Italia nella gestione integrata dei servizi ambientali. L’azienda svolge nella città di Roma tutte le attività connesse all’igiene urbana occupandosi quindi della pulizia delle strade, della sanificazione e lavaggio delle aree di interesse storico e delle grandi arterie stradali, oltre alla gestione del ciclo dei rifiuti attraverso la raccolta, la selezione, il trattamento, il recupero, lo smaltimento.

AMA S.p.A. è inoltre costantemente impegnata nel promuovere la partecipazione attiva dei cittadini attraverso iniziative e campagne di sensibilizzazione sui temi della riduzione e della corretta gestione dei rifiuti, della raccolta differenziata e del rispetto dell’ambiente.

COMIECO
Comieco è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica. La sua finalità è il riciclo e il recupero degli imballaggi di origine cellulosica. I Consorziati di Comieco sono produttori, importatori e trasformatori di materiale e di imballaggi cellulosici.
Possono aderire anche i recuperatori. Il Consorzio stipula con le Amministrazioni locali convenzioni per la raccolta differenziata, e tramite questi soggetti gestisce volontariamente, d'intesa con CONAI, il sistema della raccolta e dell'avvio a riciclo dei rifiuti di carta e cartone provenienti dalla raccolta comunale.

COREPLA
Corepla è un consorzio privato senza scopo di lucro e con finalità di interesse pubblico, istituito per legge nel 1997 e regolato dal D.lgs 152/06 e successive modifiche. Opera nell’ambito del sistema di gestione dei rifiuti di imballaggio coordinato da CONAI, assicurando il ritiro degli imballaggi in plastica raccolti in oltre il 90% dei Comuni, il loro riciclo e recupero. Assicura inoltre la piena compatibilità ambientale degli imballaggi in plastica per raggiungere gli obiettivi previsti dalla Direttiva comunitaria 94/62 CE, secondo criteri di efficienza, efficacia, economicità e trasparenza.
Il Consorzio:
•    supporta i Comuni nell’attivare e sviluppare adeguati sistemi di raccolta differenziata, riconoscendo loro o agli operatori da essi delegati i corrispettivi previsti dall'Accordo-Quadro ANCI-CONAI a copertura degli oneri sostenuti per lo svolgimento della raccolta;
•    garantisce il raggiungimento degli obiettivi di recupero del materiale proveniente da raccolta differenziata, destinato prioritariamente al riciclo meccanico e, in subordine, alla valorizzazione energetica facendosi anche carico di tutte le necessarie operazioni preliminari;
•    svolge un’azione sussidiaria al mercato rispetto alle imprese riciclatrici per quanto concerne il ritiro dei rifiuti d’imballaggio in plastica provenienti da attività economiche su superfici private;
•    fornisce strumenti di comunicazione ed educazione ai cittadini e ai diversi portatori di interesse, sensibilizzando alla miglior pratica della raccolta differenziata e, più in generale, promuove interventi che minimizzino l’impatto ambientale degli imballaggi in plastica, a partire dalla prevenzione dei rifiuti.

RICREA
Il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio è nato nel 1997, con personalità giuridica privata e senza scopi di lucro, nel quadro della normativa ambientale nota come Decreto Ronchi. Al Consorzio aderiscono i produttori della materia prima e dei contenitori d’acciaio - in tutto 266 aziende ed è uno dei sei consorzi di filiera che compongono il Sistema CONAI.
Il Consorzio Nazionale Acciaio svolge la propria funzione istituzionale favorendo, promuovendo e agevolando la raccolta e il riciclo degli imballaggi usati di acciaio, provenienti tanto dalla raccolta differenziata fatta nelle nostre case (superficie pubblica) quanto dalla raccolta ad hoc fatta su aziende, negozi e attività produttive (superficie privata). Al Consorzio spetta anche il compito di sensibilizzare, formare e informare i cittadini.
Quali sono gli imballaggi d'acciaio? Barattoli (per pelati, conserve vegetali, frutta sciroppata); scatolette (per carne, tonno o cibo per animali); coperchi (per i vasi di vetro della marmellata), tappi corona (per bibite, birra o acqua minerale); bombolette (per vernici spray); fustini e secchielli (per vernici, pitture e smalti).

RILEGNO
Rilegno è il Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno in Italia.
Opera all’interno del sistema Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) e ha il compito di garantire il raggiungimento degli obiettivi fissati per legge per il recupero complessivo degli imballaggi legnosi post consumo quali pallet, cassette per l’ortofrutta, casse, gabbie e bobine per cavi provenienti sia dalla raccolta differenziata messa in atto dalle Amministrazioni Comunali, sia dalla raccolta effettuata da operatori privati presso le industrie e la grande distribuzione. Attraverso gli accordi pluriennali sottoscritti con Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Rilegno concorda localmente anche la raccolta di altri rifiuti in legno provenienti dal circuito cittadino (porte, infissi, mobili…).
Partecipano al Consorzio le imprese produttrici di imballaggi di legno, i fornitori di materia prima per la produzione degli imballaggi, gli importatori di materiale o di imballaggi legnosi; hanno inoltre diritto di partecipare al Consorzio gli enti e le imprese che riciclano rifiuti di imballaggio in legno.
Le aziende che utilizzano imballaggi in legno, i Comuni, i gestori dei servizi di igiene urbana e i raccoglitori privati conferiscono i rifiuti presso le piattaforme convenzionate con il consorzio, che a loro volta garantiscono l’avvio al recupero grazie al coordinamento di Rilegno. I rifiuti, ridotti di volume, vengono poi trasportati alle industrie del riciclo, dove il legno, pulito e ridotto in piccole schegge, diventa rinnovata materia prima per il circuito produttivo industriale (pannello truciolare, pasta cellulosica per cartiere, blocchi di legno-cemento per la bioedilizia).
In parte minore può altresì essere trasformato in compost per l’agricoltura o usato come combustibile per la produzione di energia elettrica e termica.

Conferma invece il Suo sostegno alla RE BOAT ROMA RACE, l'Azienda LE SQUISIVOGLIE che ha confermato che l'attenzione verso l'ambiente vuol dire anche protezione della genuinità dei prodotti della terra; gli stessi che LE SQUISIVOGLIE lavorano e confezionano ogni giorno per portare bontà e gusto sulla tavola degli Italiani.

Grazie al GRUPPO PORCARELLI che ci supporta nello smaltimento delle recycled boat consentendoci di chiudere correttamente il ciclo del riciclo dei materiali e titola il gioco DOVE LO BUTTO?

Grazie inoltre a ASSINDATCOLF, BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI ROMA; a WEKARD, CSM infissi di DIEGO CELI, all’Agenzia Mobilità di ROMA CAPITALE, all’ACQUA EGERIA, A PAPERNEW, a METRO news.


Ricordiamo inoltre e li ringraziamo che la RE BOAT ROMA RACE ha ricevuto per il 2016

il patrocinio di

Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare - Agenzia Nazionale Giovani - ENEA - Coni Comitato Regionale Lazio - Presidenza della Regione Lazio - - Municipio Roma IX (ex XII EUR) - EUR SpA. - FISE UNIRE - FISE ASSOAMBIENTE - UNIRIMA - Associazione RELOADER Onlus.

e il patrocinio sportivo di

Federazione Italiana Canottaggio - - Federazione Italiana Canoa TuristicaFederazione Italiana Canoa Kajak - Federazione Italiana Vela - IV zona Lazio  - Federazione Italiana Pallavolo Comitato Regionale Lazio e Comitato Provinciale Roma - AICS Commissione Ambiente.

main partner

CENTRALE DEL LATTE DI ROMA
In ogni romano ci sono ricordi di famiglia legati alla Centrale del Latte di Roma, una lunga storia fatta di tradizione, qualità ed innovazione che dura da più di cento anni e che rappresenta un’eredità preziosa da custodire e preservare nel tempo. Questo è il motivo che spinge ogni giorno il team della Centrale del Latte di Roma ad essere un punto di riferimento sul territorio nella produzione e distribuzione del latte fresco. Il controllo dell’intero processo produttivo, dal ricevimento del latte crudo al confezionamento del prodotto finito, è da sempre al centro delle strategie di sviluppo e di ricerca della Centrale del Latte di Roma.

Il parco fornitori è costituito da 370 stalle del Lazio, rigorosamente selezionate, in cui sono allevati circa 18.000 capi di bestiame che ogni giorno producono 350.000 litri di latte. La Centrale del Latte di Roma, oltre al latte fresco e alla panna fresca, distribuisce ogni giorno anche latte UHT, yogurt, dessert, burro, prodotti caseari, prodotti da forno e fresche insalate.  Garantire ai propri consumatori massimi standard di qualità, di sicurezza e di sviluppo di nuovi prodotti sono gli elementi  che supportano la leadership della Centrale del latte di Roma sul territorio laziale.

la manifestazione è gemellata con

RAFIOT CYCLE' - LA CITTA' IN TASCA - EUROPEAN MOBILITY WEEK - DA LE VOCI DEL BOSCO A FAI LA DIFFERENZA, C'E'...

Ricordiamo che alla base del progetto, c’è la volontà di dare consapevolezza, alle nuove generazioni e a tutti i partecipanti, dei concetti di “tutela dell’ambiente e sviluppo sostenibile” con l’obiettivo sostanziale di migliorare la qualità della vita; è per questo che il Leitmotiv che ha guidato la Re Boat Race in queste stagioni è stato scegliere l’attuazione di percorsi virtuosi per rendere risorsa e riportare a nuova vita il legno, la plastica, la carta e il cartone.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni