Agricoltura urbana: una nuova pratica sostenibile

Scopri i vantaggi dell'agricoltura urbana!Cari Amici Ricicloti,
oggi vi vogliamo parlare di una nuova abitudine che si sta diffondendo molto velocemente: l’agricoltura urbana.

L’idea nasce da un’attenta analisi delle pratiche agricole sostenibili e come queste possono agevolare il concetto della produzione a chilometro zero.

Oggi l’agricoltura urbana sta rimodellando la struttura basica delle nostre città; anche il mestiere dell’agricoltore urbano sembra riscuotere più successo tra i giovani e di conseguenza viene creata una nuova opportunità di crescita per l’economia.

Sono tanti i benefici che derivano da questo nuovo modo di fare impresa, oltre al lato economico-lavorativo, il più importante è, senza dubbio, l’impatto ambientale.

Le fattorie urbane, insieme alla notevole crescita delle aree verdi, sembrano rappresentare il polmone del cambiamento urbano.

Il sistema di produzione varia al variare della zona geografica e della stagionalità per favorire la crescita sostenibile ad impatto zero, di conseguenza si avrà quello che si può definire il ritorno alle origini. Infatti, l’agricoltura urbana è pensata per la piccola comunità locale, non per il commercio internazionale.

Con il tempo ha avuto sempre più successo perché la comunità si è resa conto dell’urgenza della questione ambientale. Lo sviluppo sostenibile non riguarda solamente le energie rinnovabili e il recupero dei materiali ma comincia dalla sopravvivenza della comunità e dalla valorizzazione del bisogno primario: l’alimentazione sana.

Immaginatevi una città che abbia giardini a ogni isolato, dove la comunità utilizza solo veicoli a zero impatto ambientale, dove ogni materiale viene riciclato riducendo i rifiuti e dove dietro l’angolo c’è una fattoria dove si può far la spesa di prodotti freschi appena raccolti. Ci vivreste in una città così?

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni